0 0
Read Time:4 Minute, 3 Second
IL TEMA DEL MESE
Nei Salotti di Aprile 2022 parliamo di…
“Fare Polis-etica” e…
(Link del “reddito universale”)
Il destino dell’uomo è quello di evolvere a prescindere.
Il “passo di crescita” è sempre stato lento? Ci sono molte anime illuminate ma la maggioranza degli individui sono ancora purtroppo in uno stato di ipnosi collettiva. Lo si può notare in comportamenti e atteggiamenti lontani dalla logica del buonsenso. Pertanto si evidenza un divario che deve essere necessariamente colmato per far sì che gli individui raggiungano una consapevolezza e facciano emergere il loro valore che possa essere al passo con la modernità tecnologica.
Negli ultimi 100 anni si è assistito a guerre inutili e create ad arte, con massacri raccapriccianti; calpestio maschile del “genere femminile”; sfruttamento e precarietà diffusa della forza lavoro; giustizia debole con i Vertici e inflessibile con i “ladri di galline e con le persone che non hanno come difendersi.
Senza contare l’evidenza costante delle invidie; degli egoismi e delle ipocrisie nei rapporti fra Esseri Umani.
L’uomo per la sua evoluzione, per crescere ed elevarsi spiritualmente necessita di punti di riferimento e di esempi. Solo la saggezza può soddisfare questo dato di fatto. Quella saggezza data dalla comunità che diventa Stato ovvero la Polis. E soprattutto di un leader che incarna i principi di verità, giustizia ed equilibrio.
Abbiamo un leader nel nostro tempo che incarni questi principi e che sia esempio?
In passato certamente si!
Oggi è davvero difficile poterne indicare qualcuno.
L’ignoranza sulle vere cause delle cicliche crisi e povertà, ci devia dal saper discernere fra positivo e negativo.
Il COEMM sostiene fin dalla sua nascita che tutti abbiamo bisogno di unirci in un serio e concreto Programma Sociale e Politico da poter seguire e mettere in atto. Sembra facile ma è proprio in questa unione che si incontrano maggiori difficoltà.
I proclami del politichese declamano programmi intrisi di ipocrisia.
Esempio: “vogliamo L’Unità delle Masse”; “vogliamo la Famiglia felice”; “vogliamo il Lavoro per tutti”; e la più bella e comune è: “vogliamo la sovranità sulla moneta”. Bah!
Fino ad ora tutto ciò che è stato proclamato è stato puntualmente disatteso generando frustrazione e disaffezione verso la politica.
Quello che auspichiamo da tempo e che continueremo a batterci affinché diventi realtà diffusa, è di “costringere” tutti i potenziali Elettori ad elevarsi verso un Programma Politico che possa cambiare l’attuale fallito paradigma; ovvero, quello che poggia sulla attuale forma di tassazione ed emissione a debito della moneta, nonché di Leggi e regole che portano sempre più al disequilibrio sociale!
Riteniamo che il vero cambio di paradigma passa – solo – attraverso le regole
seguenti:
1. Invertire il senso della attuale tassazione. Applicando le tasse solo a quanti non stiano alle nuove regole e toglierle a chi sa produrre (sia come dipendente che come imprenditore). Tassare chi agisce in positivo, come si fa da sempre, è infatti distruttivo e non corrisponde a ciò che ci indica Madre Natura. Inoltre, l’attuale modello di tassazione non fa altro che accrescere i costi, fino a far esplodere la bolla che si viene a creare ciclicamente
2. Emettere a credito una moneta che sia parallela a quella ufficiale (per tutti i servizi strategici del Paese e quindi concederli gratis); che tale moneta circoli solo entro il territorio italiano e che sia emessa per un 50% di quella ufficiale.
3. Creare riforme per ogni altro comparto sociale; ovvero: riforma della scuola e Università, riforma del lavoro a pari stipendio (con 4 ore per 5 giorni settimana, per 44 settimane anno); riforma atta a creare incentivi a chi sa fare impresa (compreso il contributo al pagamento dello Stato per ogni lavoratore che l’imprenditore assume in proprio e per la sua capacità creativa); riforma della famiglia (applicando un Diritto di Dignità ad ogni Maggiorenne); riforma della sanità (cambiando tutti i protocolli e permettendo a Medici e Pazienti di poter scegliere ogni forma di cura. E che essa sia gratis per i pazienti); riforma della Giustizia (separazione delle Carriere e Istituto della Suprema Corte di Giustizia che abbia il Presidente della Maggioranza del Senato della Repubblica ed un Vice che sia espressione della Minoranza di tale Camera); riforma elettorale (con voto di preferenza e collegi solo proporzionali).
Ecco, fino a quando coloro che salgono sui palchi delle varie manifestazioni e seggano ai tavoli della Buona Politica non indichino il passaggio alle suddette riforme, purtroppo, niente cambierà in meglio.
Anzi, ci sarà, sempre più, una corsa a “sfracellarci tutti nel burrone” delle ipocrisie, e delle vere ignoranze sulle cause che determinano le cicliche crisi e le povertà diffuse.
Il PMM (Programma Mondo Migliore) promosso dal COEMM, continuerà a dare il suo contributo “alla buona semina”. Una “semina” che continuerà imperterrita, senza sé e senza ma, da parte del COEMM e di chi vorrà seguirci.
Maura Luperto
Maurizio Sarlo
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Sleepy
0 %
Angry
0 %
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.