Famiglia

Una “cellula” che diventa strategica per il corretto vivere e la difesa della specie umana.

A partire dagli anni 2000, a parer nostro, la Famiglia ha subito una deriva sociale molto pericolosa, proprio in funzione del suo ruolo cardine per la continuazione della specie.

Famiglia è un termine riconosciuto quale “nucleo di Persone che abbiano caratteristiche di vincolo: sia in termini sanguigni che di carattere contrattuale. Per Famiglia d’Origine si deve concepire quel nucleo che, in forma dettata da Madre Natura, abbia la capacità del preservare la naturale continuazione della specie”.

Per contratto e per conseguente patto sanguigno, la Famiglia del Programma PVU riconosce quella, come valore cardine da promuoversi, con i figli nati da un contratto matrimoniale (sia esso officiato da ente religioso o laico), o adottati al suo interno, ma esclusivamente proposti in modo naturale. In deroga a tale teoria, il PVU approva il surrogato che permetta ad una Famiglia di poter contare sulla ricerca scientifica a mano che, nella terapia, non alteri gli equilibri naturali.

Rispetto quanto sopra, il resto delle Unioni, nella tesi del Programma PVU, dovrebbero essere considerate in modo diverso. L’appellativo, in tal caso, dovrebbe essere quello di “Unione di Coppia” (un concorso nelle Scuole potrebbe far scaturire un nome anche più attraente).

Nelle Unioni durature fra Persone dello stesso sesso, di cui abbiamo la massima considerazione, il Programma PVU indica infatti una classificazione differente. L’amore e la solidarietà verso tale “Unione di Coppia”, altresì, dovrebbe diventare una condizione di rispetto assoluto verso chi se ne identifica e regolare il tutto con condizioni di dignità. Per il nostro Programma, i Cittadini che optano per l’Unione di Coppia, dovrebbero avere tutti i diritti della Famiglia, tranne i seguenti: a. Quello di denominarsi Famiglia b. Quello di avere gli incentivi che lo Stato concede alla Famiglia c. Quello di poter adottare figli.

La Scuola primaria e Universitaria dovrebbero adeguare i loro programmi a tale ottica, ricercando tutte le idealità e gli strumenti per orientare chiunque ad un confronto saggio, che permetta un’armonia vera fra opposte idealità.

Gender

Libertà assoluta e tutela, per ogni Cittadino, di poter dimostrare la propria libertà sessuale e mentale. Il tutto in un alveo etico che tenga conto delle Leggi della corretta morale etica e dell’evidenza dimostrata da “Madre Natura”; quest’ultima, la morale ce l’evidenzia di contino nella maggior parte dei casi che fanno capo al mondo vegetale, animale e climatico.

La Scuola ed ogni altro modello educativo, dovranno promuovere il corretto rapporto di libertà individuale. Pur rispettando il valore naturale di quella “Famiglia” che abbiamo indicato precedentemente.

Nel caso di consenso maggioritario al presente programma PVU, la Scuola ed ogni altro Centro educativo non potranno continuare a promuovere iniziative indirizzate a spingere, adolescenti e giovani, contro il senso naturale della Famiglia.

D’altro canto, come nel caso dell’educazione al concetto di Famiglia, il PVU non perderà occasione di dimostrare, a chiunque, l’amore e la solidarietà per ogni libertà individuale.

Facciamo qualche esempio per essere molto più precisi e chiari: Una Persona intende cambiare identità sessuale. Essa avrà diritto a farlo e ad ottenere successivamente tutti i diritti di ogni altro cittadino. Tranne quelli di poter creare un nuovo Nucleo da denominare “Famiglia” (come intesa in questo Programma) e di poter adottare dei figli. Il NUOVO Nucleo avrà un titolo diverso ed esso sarà motivo di studi e ricerca per il miglior nome appropriato. In modo tale che la Cellula vitale della Famiglia classica sia promossa con il privilegio che si deve alla continuazione naturale della Specie Umana.

Tratto dal Programma per Esteso del Partito Valore Umano

Per leggerlo e scaricarlo, visita il Sito Web

https://partitovaloreumano.it/

Seguici anche in pagina Nazionale del Partito Valore Umano

https://www.facebook.com/partitovaloreumanoofficialpage

One thought on “Famiglia – (Tratto dal Programma per Esteso del PVU )”

  1. Tutti sappiamo che la “famiglia”, intesa come un nucleo di persone consanguinee e legate tra di loro da mutui doveri di assistenza, è alla base della società!
    In altre parole per che la società sia sana e solida, deve poggiare su una base sana e solida!
    Ogni individuo umano, di ambo i sessi, è libero di fare le sue scelte: è chiaro, però, che per garantire la continuità della specie umana, la famiglia deve essere formata dall’unione di due persone di sesso opposto, vale a dire da un maschio e una femmina, aventi pari diritti e pari doveri!
    Diversamente, cioè un’unione tra due persone di sesso uguale, a mio modesto parere, si va contro natura e, in tal caso, non si può considerare tale unione, come base per formare una “famiglia”!
    Però, come ha detto più volte il nostro primo capitano Maurizio Sarlo, se restiamo nel campo naturale (cioè famiglia con un padre, di sesso maschile e una madre di sesso femminile), non dovrebbero esserci problemi!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close