Infrastrutture e servizi strategici

Le infrastrutture ed i servizi strategici dello Stato dovrebbero essere messi a disposizione del cittadino, gratuitamente. Le strade e le autostrade non possono essere private, come non lo dovrebbero essere le strutture che erogano acqua, sanità, scuola, energia (sia elettrica che per la locomozione dei mezzi), gli approdo marittimi, le navi e gli aerei di Bandiera, i treni e le metropolitane.

Ogni cittadino dovrebbe poter vivere e contare su uno Stato moderno ed efficiente. Solo in questo modo, tutti i Cittadini, potrebbero partire dallo stesso “nastro di partenza”. Altrimenti continuerà ad essere uno Stato che promuove “figli e figliastri”. E, soprattutto, si continuerà a vivere in uno Stato con l’idea che si debba vivere come nella forma animale: dove, quello carnivoro, per alimentarsi, divora quello più piccolo di lui. Gli Esseri Umani sono, appunto, Umani. Più vicini al trascendente spirituale, che al materialismo tribale e animale. Una delle Infrastrutture che, altresì, deve rientrare in un alveo saggio e moderno, è quella della prima Casa. Lo Stato immaginato dal Programma Mondo Migliore, costruirà Immobili abitabili ed eco-compatibili, nel pieno rispetto ambientale, offerti ad un prezzo d’affitto che sia “politico”, a chi alimenta la “Famiglia naturale” (il nostro obiettivo è quello di un affitto alle attuali 200 euro mese). La prima Casa, secondo noi, non può continuare ad essere lo scandalo di destinazione speculativa come lo è stata fino a oggi. La Casa, e la prima in particolare, è la prima infrastruttura che lo Stato deve poter consegnare in modo intelligente per formale la prima cellula della società civile: appunto, la “Famiglia naturale”. Chi entra nel comparto d’impresa legato all’immobiliare privato, dovrebbe ottenere una particolare licenza pubblica, attenendosi ad un principio etico: si dovrebbe poter costruire solo dopo aver garantito un contratto d’affitto o di acquisto, salvaguardando il corretto piano regolatore comunale (che diventerebbe di pertinenza dell’Assessorato all’Edilizia Pubblica Provinciale).

Un’azione fondamentale che il PVU vuol promuovere, altresì, è quella di ripristinare e riqualificare le periferie Urbane e tutti i Borghi antichi.

Come finanziare tutto questo? Lo ripetiamo fino alla nausea: semplicemente cambiando l’attuale paradigma economico-sociale e finanziario e introducendone uno saggio e creativo, che poggi sulla emissione a credito (per infrastrutture e servizi strategici), mediante valuta parallela all’Euro.

Gli Stati, attraverso Nazioni Unite e Banca Mondiale, dovrebbero favorire la creazione di moderne infrastrutture in ogni Paese. In cambio di ciò, si chiederà ai vari Governi, ai Parlamenti o agli Imperialisti di quei dati Paesi, di dover sottostare a sagge politiche di sviluppo, che tengano conto del miglior equilibrio e del rispetto ai diritti civili ed umani, riconosciuti dall’etica più evoluta e moderna.

Per arrivare a questo paradigma da Nuovo Umanesimo, serve che, un Paese, per primo, parta a produrre l’esempio pilota. L’unico Paese al Mondo che ha un modello economico e sociale che può produrre tutto ciò, è l’Italia.

L’Italia ha, infatti, lanciato al meglio, il modello della micro-piccola e media impresa: unico modello privato a poter garantire qualità di prodotti e servizi, a prezzi morigerati.

Trasporti

Anche in questo campo, il nostro assunto è il seguente: le Persone e le merci, per produrre una corretta concorrenza, dovrebbero poter circolare in modo gratuito. Ovunque: sia all’interno del proprio Stato che all’esterno (nel caso estero, solo attraverso la propria Compagnia di Bandiera).

A seguito del suddetto assunto, pensiamo che lo Stato del Programma debba proporre il trasporto gratuito per Persone e Merci.

Le società che hanno pagato la licenza d’uso saranno chiamate ad un tavolo programmatico, al fine di definire l’appannaggio che lo Stato dovrà concedere per riprendere sotto l’ala protettrice del Comparto Pubblico i trasporti, oggi in mano di pochi privati, finanziati da Banche che poi scaricano tutti i costi sulla Popolazione.

Per le Città popolose, il trasporto gratuito dovrà spostarsi, nel tempo, da quello via Autobus a quello via Metropolitana e a quello di “eco-taxi”. Il tutto rigorosamente gratuito.

Il dipendente del trasporto pubblico (compreso l’eco-taxi) avrà i vantaggi di tutti i dipendenti: lavoro a 4 ore per turno x 5 gg settimana x 48 settimane anno e pensione a 60 anni.

Gli attuali addetti del servizio Taxi saranno “portati ad un tavolo di concertazione” e incentivati a diventare dipendenti pubblici. Con vantaggi strategici sulla loro licenza, sul loro morale e sui vantaggi per tutta la popolazione (per tale proposta politica).

In tal modo, le Città si svuoteranno di un traffico automobilistico oramai al paradosso del “tutti fermi” e “in coda” (con danni sia in termini ambientali che di salute).

Le attuali Leggi sui limiti di velocità autostradale saranno completamente rivisti. Il Programma PVU prevede la liberalizzazione della velocità su determinati tratti autostradali e speciale cartellonistica che imponga limiti dove vanno effettivamente posti. Il modello, in questo caso, è quello Tedesco. Per bilanciare tale liberalità saranno incentivati i corsi di educazione stradale e la prevenzione alla guida responsabile.

Anche per tale comparto andremo a confrontarci con i Centri di Ricerca e le Università, al fine di evidenziare i maggiori benefici generali rispetto i costi di tali proposte.

Tratto dal Programma per Esteso del Partito Valore Umano

Per leggere e scaricare il Programma, visita il Sito Web

https://partitovaloreumano.it/

Seguici anche in Pagina Nazionale Partito Valore Umano

https://www.facebook.com/partitovaloreumanoofficialpage

4 thoughts on “Infrastrutture e Servizi Strategici – Trasporti – (Tratto dal Programma per Esteso del PVU)”

  1. Effettivamente il trasporto pubblico gratuito, di persone e merci, non è assolutamente una cattiva idea!
    Oggigiorno si possono spostare tranquillamente e senza tanti patemi d’animo, solo i “figli di papà”: nel modo previsto dal PVU, invece, si parte tutti dallo stesso punto e tutti hanno la possibilità di dimostrare il loro effettivo valore!
    A mio modesto parere, questa politica è una vera spinta per l’economia circolare: infatti, con tali accorgimenti e sempre a mio modesto parere, si abbatte la speculazione, in quanto non avrebbe senso praticarla, anzi si rivelerebbe molto dannosa perchè, in caso contrario, si capirebbe subito tale manovra, con possibili danni a chi specula su tutto!
    Credo proprio che il Programma Mondo Migliore, sia l’unica risorsa possibile per uscire dalla crisi in cui, nostro malgrado ci troviamo, purtroppo, da anni!!!
    Oggi si deve e si può!
    #IOSEGUOPVU

  2. Condivido appieno il pensiero del PVU, sulla gratuità dell’utilizzo delle infrastrutture e dei servizi strategici!
    Con l’attuale paradigma socio-economico e finanziario, è la quantità di danaro che uno ha, che fa la differenza, anche se in qualità di valore umano è scarsissimo, per non dire nullo (secondo voi, che valore umano hanno “bill gates e company”, anche se ultramiliardari?!?)!
    Con i loro mezzi finanziari, potrebbero fare, infinitamente, del bene verso i poveri, invece utilizzano i loro beni finanziari per i propri interessi e tornaconto personali, altro che valore umano!!!
    A mio avviso, con la politica PVU, si risolve il problema: infatti partono tutti dallo stesso punto (sia ricchi che poveri), ed hanno pari opportunità!
    In questo modo, dipende dalle capacità e dall’impegno di ogni individuo arrivare dove si vuole e non dalle ricchezze personali!!!
    Oggi si deve e si può!
    #IOSEGUOPVU

  3. Io credo che il programma del PVU in questo momento così particolare di tensioni ed energie di cambiamento, sia il percorso più significativo a livello di energie, che possa effettivamente dare la svolta e fare la differenza per iniziare a costruire il tanto agognato Mondo Migliore! Certo gli essere hanno bisogno di vedere il cambiamento e l’esempio che si possa fare, per seguire il percorso della coscienza e dell’evoluzione. Compito che ognuno di noi nato sulla terra è obbligato a fare, e l’Amore è l’unica Via. Grazie per il vostro, e nostro coraggio. Finalmente si mette in campo l’Umanita senza pregiudizi. #IOSEGUOPVU ♥️♥️♥️

  4. Il trasporto delle persone e delle merci, a mio modesto parere, sta diventando un vero problema!
    La liberalizzazione delle tariffe, dovrebbe creare opportunità di risparmio, invece e purtroppo, non è così!
    Quindi rendere il trasporto, sia di persone che delle merci sia nel settore pubblico che in quello privato, regolato per legge e quindi gratuito, credo sia l’unico modo per risolvere le diatribe del settore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close