Libertà serenità prosperità

Libertà, serenità e prosperità, è un trio di condizioni, il sogno più grande dell’umanità del 21° secolo. Insieme creano la base del Nuovo Umanesimo, dove la povertà non esiste più, e le persone vivono in una sorta di Paradiso in Terra. Molti pensano che si tratti di un ideale bellissimo che però è destinato a rimanere un sogno niente più che utopistico. Poi, ci sono coloro che sono convinti che la libertà, serenità e prosperità nella nostra epoca, nella Nuova Era, sono diritti legittimi che devono appartenere a tutti. Tu, cosa ne pensi?

Libertà (Enciclopedia Treccani)
“E’ la facoltà di pensare, di operare, di scegliere a proprio talento, in modo autonomo.”

Serenità (Wikipedia):
“E’ una condizione emotiva individuale talmente profonda da non essere soggetta a trasformazioni di umore, ad eccitazioni o perturbazioni tali da modificare significativamente questo stato di pace. La serenità è una componente talmente rilevante del benessere emotivo da costituire una condizione necessaria e sufficiente per la felicità dell’essere umano.”

Prosperità (Enciclopedia Treccani):
“L’esser prospero, stato di floridezza, di rigoglioso sviluppo, di grande benessere soprattutto economico.”
Questi 3 concetti li conosciamo tutti, ma applicare il loro significato più profondo in un’intera società è tutt’altra cosa. Infatti oggi in Italia e nel mondo quasi nessuno è veramente libero, veramente sereno e tantomeno prospero. I 18 milioni di italiani che vivono al di sotto della soglia della povertà ne sono la chiara dimostrazione.

Perché oggi non c’è la libertà, serenità e prosperità, ovvero perché esiste la povertà?

La povertà può essere spirituale, intellettuale, culturale o economica… Pronunciando la parola povertà si pensa comunque a quella economica, perché è la più tangibile. Non è facile capire cosa c’è a monte, non perché sia difficile, ma perché richiede una certa apertura verso il non conosciuto. La risposta c’è, ed inizia così:

Le persone più potenti del mondo formano l’1 % degli abitanti della Terra. Sono loro a comandare e a sfruttare gli altri 99% che siamo tutti noi. In pratica si tratta di una schiavitù moderna fatta talmente bene che la maggioranza nemmeno se ne accorge. I politici (burattini) e i mass media sono strumenti attraverso i quali tutte le situazioni dei paesi e la massa degli abitanti vengono tenute sotto controllo. Sconvolgente, non è vero? Non è una favola, sarebbe di cattivo gusto. Invece è la pura verità dimostrata tramite tanti pezzi dello stesso puzzle della vita. Le informazioni sono a disposizione di tutti.

In questo mondo sottomesso dai pochi a discapito dei molti, la vera giustizia, l’amore, altruismo ed etica purtroppo valgono poco. Ciò non significa che sia impossibile realizzare una società dove la libertà, serenità e di conseguenza la prosperità siano davvero per tutti. E’ assolutamente possibile, è solo impegnativo.

Come realizzare il Mondo Migliore?

Servono:
– un progetto culturale e sociale che spieghi i veri motivi delle crisi cicliche e che spieghi le soluzioni. Finché non conosciamo i veri motivi delle crisi cicliche e della povertà, rimaniamo in uno stato di beata ignoranza, che non dà lo scatto per cambiare lo stato attuale delle cose.
– un progetto economico e finanziario che dia l’esempio di come realizzare l’equilibrio tra costi e benefici di una società,
– una forza politica che realizzi questo progetto culturale, sociale, economico e finanziario.

I 4 principi fondamentali

Veramente, un progetto che si occupa di tutto ciò ce l’abbiamo già. Si chiama Progetto COEMM ed ha come base le 4 regole o principi fondamentali: etica, altruismo, riservatezza e buona comunicazione. I CLEMM che seguono tale Progetto sono presenti nella maggior parte dei comuni italiani. Sono disponibili a dare tutte le informazioni necessarie a chiunque le voglia.

Questo progetto pilota ha dato il suo programma completo (che riguarda ogni comparto) al partito politico PVU, che convenendo alle leggi attuali è pronto a trasformare la società attuale in una società degna del Nuovo Umanesimo. Seguendo i 4 principi fondamentali l’io “egoistico” si muta in noi “altruistico”.

Libertà, serenità e prosperità

Il PVU è l’unico partito politico che vuole ed è in grado di realizzare le condizioni di libertà, serenità e prosperità per tutti gli italiani, attraverso anche l’introduzione del Diritto di Dignità di 1500 euro/mese per tutti. Maurizio Sarlo Segretario Generale del PVU e Nino Galloni economista di riferimento nelle svariate conferenze spiegano l’importanza di tale Diritto di Dignità ed anche il funzionamento dell’economia che come protagonista vede una moneta parallela di Stato e l’orario di lavoro ridotto a 4 ore ma con lo stesso stipendio delle 8 ore attuali.

Realizzare uno Stato che assicuri le condizioni di libertà, serenità e prosperità a tutti i suoi cittadini, non è un sogno e non è affatto chiedere la Luna.

Edit Bargero

6 thoughts on “Libertà, serenità e prosperità, il trio di condizioni più ambito”

  1. Ecco, a mio avviso, il contenuto del passa parola che dobbiamo fare!
    Libertà, Serenità e Prosperità sono parole dal significato profondo, Le Quali Sì Che Creano Il Paradiso In Terra Se, Come Nel Caso Del PVU Al Governo, Sono Per Tutti!
    Il simbolo del PVU, io lo vedo come l’essere umano (cuore) che, FINALMENTE, Torna Ad Essere Libero, Sereno, Prospero E Da Lui Parte Questo Sogno Che, Pian Piano, Si Propaga, Come Le Onde Che Si Formano Nell’Acqua Di Un Fiume O Lago Dopo Aver Buttato Un Sasso (Onde Nel Simbolo PVU)!
    Tutto questo è possibilissimo: sta a noi darsi da fare a compiere il necessario affinchè tutti gli italiani conoscano il PVU e il suo Epocale Programma, Da Vero Paradiso In Terra!!!
    Oggi si deve e si può!
    #IOSEGUOPVU
    #IoSostengoMaurizioSarlo

      1. Per il MONDO MIGLIORE la LIBERTA, SERENITÀ E PROSPERITÀ sono cose fondamentali nella nostra vita, nel nostro futuro. Questi 3 tesori si devono sviluppare fuori e dentro di noi, quotidianamente al livello materiale, finanziare e soprattutto al livello spirituale. Avanti tutti che c’è l’abbiamo fatta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *