Leggo con piacere, non senza provare tanta tristezza, uno scritto di uno dei tanti clemm d’Italia, che si lamentano; troppo spesso con Amici che, magari, sicuramente senza volere, giudicano senza studiare bene ogni parte; così come si dovrebbe fare partecipando ad un libero sodalizio come è quello dei CLEMM, che cerca di contribuire a portare equilibrio in un Mondo che definisco cinico, perverso, ammaliato dalle reali chimere di un verticissimo politichese malvagio.

Malgrado queste mie riflessioni sulle realtà del politichese, noto che, malgrado infiniti post, conferenze e dialoghi personali, ci sono ancora tanti aderenti che giudicano la classica “pagliuzza negli occhi altrui e non guardano alla trave nei propri”! Ci sta e lo comprendo. Come ci sta anche la mia riflessione.

E, allora, veniamo a rispondere, anche nei particolari, alla lettera aperta di questi amici di Trento (abitanti di una regione meravigliosa; a statuto speciale, la quale, malgrado pioggia atavica di milioni di euro dallo Stato Italiano e vicinanza ai grassi confini d’Europa, stenta come tante e si rinchiude su se stessa, accusando i gravi scompensi che hanno, in peggio, tutte le regioni Italiane, a causa dell’esplosione della bolla speculativa di una crisi da me lungamente annunciata).

Di seguito la lettera degli amici di un libero clemm… rispondo a loro dopo ogni loro punto, augurandomi di poterci ritrovare al più presto per approfondire ogni tema.

Riflessione ai:
Pensieri del CLEMM Merano 2
Graziano, Marlies, Michele Angelo, Martina, Gabriella, Wally, Ulli, Christina, MarcoSeptember 13, 2020
Lettera a Maurizio Sarlo, fondatore del COEMM int’l ed ai suoi responsabili e collaboratori e a tutti i CLEMM del Trentino Alto Adige e d’Italia.

CLEMM Merano 2
Salute a tutti,
la lettera che ti-vi stiamo inoltrando riguarda tutti noi. Tutti e tutte che hanno creduto e credono in un mondo migliore! Migliore si riferisce al cambiamento che dovrebbe avvenire e ci stiamo avvicinando con calma con il Progetto Socio Politico Economico che ha iniziato Maurizio S. assieme a pochi uomini e donne lungimiranti che l’hanno sostenuto e sponsorizzato.
In riferimento a questo, il nostro gruppo, all’unanimità ha espresso il voler comunicare apertamente ed in modo costruttivo quanto ci sta pesando e cosa vogliamo fare da grandi.
Nel dibattere sempre sul rispetto delle 4 regole: etica, altruismo, riservatezza e buona comunicazione, in ogni chat provinciale d’Italia, queste regole devono essere rispettate!

1
Nessuno di noi s’aspettava che si prolungasse il periodo per la presentazione dell’Esposto Epocale, come nessuno pensava (vista la dicitura “libera Donazione”) che ci fosse un minimo per ottemperare alla sua presentazione.

(Mia risposta a prima parte punto 1:
Io e gli amici del direttivo COEMM, invece, ci aspettavo che, vista la assoluta falsità dell’esistenza del Covid-19 e le dettagliate informazioni, a tal riguardo, da parte di scienziati e medici che abbiamo portato alla ribalta in tante conferenze e zoom, invece che delle sole attuali 4000 Persone aderenti all’esposto, la Magistratura avesse potuto osservare la democratica presa di posizione di almeno un minimo di 30.000. Una bella differenza di numero. Ecco perché abbiamo deciso di incidere diversamente, ampliando la tempistica di presentazione dell’esposto epocale. Che, a differenza di chi giudica senza conoscere bene le cose, non vuol dire che esso non stia andando avanti, con una lenta ma inesorabile azione: l’unica possibile, secondo noi, per sconfiggere un sistema dragonesco a sette teste, alimentato da troppi “abitanti Covidiani” ovvero, di quello strano pianeta i cui abitanti vivono in museruola. Senza contare che l’unico a cui viene chiesto da pagare è e rimane il PVU. Anche se nessuno dovesse fare la donazione. Donazione che, per ora, è molto al di sotto dei costi che si dovrebbero pagare)!

Seconda parte domanda 1. :
In tutte le associazioni c’è trasparenza nella gestione di fondi, non sappiamo quanto è stato raccolto per questo Esposto Epocale, e alla sua scadenza pubblicizzata già da mesi al 31.07.2020 (come si dovesse dire a qualcuno: “Guarda che se non fai quello che diciamo noi, Succede il pandemonio”), non ha portato dei numeri eccellenti (forse per questo tipo di comunicazione?). Quanti hanno presentato l’Esposto dopo il 31.07.2020?
(Risposta maurizio Sarlo:
Carissimi, ho più volte risposto a tale sciocca provocazione sulla destinazione delle donazioni al coemm.
Il COEMM è una Associazione volutamente piccola nel numero di soci e, ciò, per rispondere alle perfidie dei serpenti che strisciano. Soci del COEMM che, unitamente a guardia di finanza e istituzioni, che hanno giustamente indagato a fronte delle inevitabili denunce di chi striscia, sanno perfettamente e in totale trasparenza, dove e come finiscono le libere donazioni di un “fantastiliardico 1 euro al mese”. Donazioni che arrivano, massimo, al 10/12 % dei 97.236 aderenti ai 10.200 clemm; ad oggi tutt’ora iscritti alla piattaforma APP Mondo Migliore. L’ignoranza di chi giudica, purtroppo, porta a pensare chissà a quanto ammonti l’entrata delle donazioni ma, se ci si fida della libera donazione, come più volte detto, non si dovrebbe sospettare chissà quale distrazione di fondi e magnerie. Inoltre, basterebbe indagare con serietà fra i referenti regionali e provinciali per scoprire che, dall’introduzione di quel fantasmagorico 1 euro al mese, donato da un massimo del 10/12% mese degli aderenti ai clemm, il COEMM abbia più volte dichiarato cosa se ne sia fatto. Ovvero:
A) mantenuta una organizzazione che corre in lungo e in largo per l’Italia

 Donato l’80% mensile dell’introito complessivo a contribuire – a totale credito – verso molti aderenti ai CLEMM, che sono oberati da bollette non pagate o verso iniziative che si ritengono degne di poter aiutare il progetto complessivo: vedi, ad esempio, il docufilm di Madre Teresa di Calcutta o la Tutankhamon Opera; o il progetto Agrivillage; o il Progetto Combustore; o il progetto Acquaponica; Etc Etc. Quindi, chi vuol donare 1 euro, che da 5 anni è sempre quello, senza mai aumentare, tenendo fede coerente a quella unità di misura della moneta non variabile nel tempo, che solo il coemm mantiene saldamente, chi vuol far confronti può andare a vedere cosa chiedessero le altri associazioni 5 anni fa e cosa chiedono oggi!

2
In Alto Adige, siamo consapevoli che vi sono etnie linguistiche diverse, di cui il 70% che parla tedesco, il 29% che parla l’italiano e l’1% il ladino. Nella chat provinciale di Bolzano si son verificati più volte spiacevoli affermazioni che hanno suscitato polemiche fino a raggiungere una pace poco sincera, sei, siete concordi che deve finire questa divisione?

(Mia risposta a punto 2:
Senza mezzi termini, rispondo questo: chi è residente in Italia, “paga le tasse” in Italia e risponde alle Leggi Italiane, – DEVE – conoscere, come prima lingua, quella Italiana. Io amo tutte le lingue, le culture e le Persone del Mondo. Comprendo anche certe posizioni. Ma, se in un futuro Parlamento dovesse vincere il Programma Mondo Migliore , tutti gli abitanti d’italia dovrebbero essere portati, fin dall’asilo infantile, a studiare e parlare la lingua Italiana come prima lingua! Il resto a questa risposta, mi spiace, ma vien da se e potrà essere meglio discusso in una aperta conferenza fra le parti.
Evviva le culture diverse, ma io grido: evviva l’Italia. Il Paese di ogni eccellenza (calpestata dai vertici del sistema… alimentato da troppe persone che ignorano le vere cause di crisi e povertà).

3
Siamo consapevoli che l’obiettivo comune è di far raggiungere il messaggio a tutta l’Italia, questo resta il punto del dibattito quando dobbiamo fare i conti con la Buona Comunicazione, evidenziamo che oltre ad ascoltare non si può comunicare poco.
Siamo anche consapevoli che monopolizzare una chat non è facile e attenerci a delle regole per evitare il caos sia necessario, e che chi si espone viene criticato, e chi non si espone non può esserlo! Perciò siamo qui a chiedere: il Con-Sì c’è, i CLEMM ci sono (molti meno di prima ma ci sono), le donazioni ci sono (pur essendo diminuite), cosa manca?

(Mia risposta:
Mancano queste componenti:
Tempo
Saggezza
Pazienza
Creatività
Legalità
Democrazia
Unione dei valori suddetti, almeno per 11 Aderenti, di almeno 1 clemm in ognuno dei comuni d’italia.
Però, malgrado questo manchi da sempre, il sottoscritto, il coemm e i suoi partner hanno lavorato senza sosta per poter giungere “a dama” anche per la cosa più difficile: il Micro Credito Sociale (MCS).
Già da agosto il denaro per i primi 1000 è saldamente nei conti dei Partner.
Come ho sempre detto, si attende che il soggetto Con Si riceva l’attribuzione formale della personalità giuridica dal Prefetto di Roma. Azione dovuta ma che è necessaria per non aver alcun problema a procedere spediti dopo che parte il MCS.
Ovviamente tutti vorremmo fare prima. Ma – prima di questo “miracolo” -, promosso anche senza l’aiuto pianificato e comunicato, a tutti, fin dal primo salotto solidale, gli aderenti dovrebbero verificare le alternative al nostro programma. Io, nella realtà fuori dai coemm e dai clemm, vedo solo pianti e stridore di denti.
Senza contare tutte le evidenze che abbiamo scovato e portato alla luce fino ad oggi!

4
Sei, siete consapevoli che i nostri nomi sono già stati collaterizzati già abbastanza negli ultimi 5 anni?
(Mia risposta:
Siete abbastanza consci di quanto vi ha collaterizzato il sistema perfido in cui ognuno di voi vive a causa di troppa ignoranza? Chi segue il Programma Mondo Migliore (PMM) è sempre stato libero di seguire oppure no. Pe so che basti questo. Chi vuol accomodarsi all’uscita si ricordi però di guardarsi allo specchio e inviarmi le ricette del suo straordinario modo di agire per contribuire altrimenti a quanto sta cercando di fare il minuscolo COEMM!

5
Che freno c’è che non permette a tutti di ricevere il microcredito adesso? A tutti gli appartenenti ai CLEMM e non solo a mille?
(Mia risposta:
Al contrario di Paganini, chi non l’ha ancora compreso, malgrado tutte le volte che l’ho ripetuto, inizio a non avere più la pazienza per ripeterlo.

6
In Rif. all’incontro zoom dei capitani prov. bz del 4.9.2020: abbiamo avuto una serie d’imposizioni per noi poco etiche e coerenti (verbale del salotto, verifica del versamento con quota fissa, chat per pochi di lingua tedesca pur essendo la maggioranza)! In questa severità non ci stiamo. Com’è possibile che dopo cinque anni di onorato pagamento, incontri regolari, partecipazione in eventi e spettacoli e politica “pago io”, ci sono questi accanimenti al soldo e al rigidità burocratica?
Buone parole siano parole di verità, noi abbiamo dato, quando si riceve?
Il tema di questo mese è: Buone Parole, nell’occasione dedichiamo a te e a tutti un pensiero che potrà esser letto a voce alta.
….. Ed è con questa fede e questa conoscenza che io dico:
Voi non siete racchiusi nei vostri corpi, né confinati in case o campi.
Ciò che voi siete sta più in alto del monte che vaga nel vento.
Non è una cosa che striscia al sole per desiderio di calore, o che scava buche nel buio per sicurezza.
Ma una cosa libera, uno spirito che avviluppa la terra e si muove nell’etere.
Se queste sono vaghe parole, allora non cercate di chiarirle.
Vago e nebuloso è l’inizio di tutte le cose, ma non la loro fine.
E io gradirei che voi mi ricordaste come un inizio.
La vita, e tutto ciò che vive, è concepita nella nebbia e non nel cristallo.
E chissà che un cristallo non sia nebbia in disfacimento?
testo di Kahlil Gibran: Il profeta.
Il tempo è giunto per rivelare la verità!
Lettera sottoscritta da: Graziano, Marlies, Michele Angelo, Martina, Gabriella, Wally, Ulli, Christina, Marco CLEMM Merano 2
Amore e Prosperità.
(Mia risposta al vostro punto 6:
Che sia un caso che la “trave” si inorgoglisca con versi poetici proprio come il numero 6? Si dice sia un numero pervaso dal malvagio che, però ritiene di essere anche molto furbo.
Amiche ed Amici del CLEMM di Merano 2, i versi poetici risparmiateli. Quello che conta è il cuore autentico di chi sa confrontare le vere realtà; di chi sa amare senza giudicare; di chi sa lavorare sodo e dimostrare a chiunque una via alternativa a quella che abbiamo cercato di indicare noi del COEMM. Io ho sempre detto: chi mi dimostra una via alternativa – peró valida – alle realtà drammatiche che viviamo, mi troverà sempre pronto a seguirlo…. e anche a dire a tutti quelli che conosco di unirsi a tale genio.
Fino ad allora, chi ama il PMM contribuisce come vuole. Ma contribuisce! A rompere no: dopo 5 anni di dimostrazioni non ho davvero più voglia di sprecare le mie energie per spiegarlo.

Buona vita a tutti.
Maurizio Sarlo
Ideatore del PMM
Segretario Generale e unico Responsabile Legale COEMM
Segretario Politico Nazionale
del Partito Valore Umano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *