Covid-19 Pandemia e Paura

 

Accolgo volentieri la richiesta di Maurizio Sarlo circa un nostro parere sul Coronavirus, e tutto il conseguente e preoccupante allarmismo, ormai diffuso nella maggior parte degli Italiani.

Di tutto e di più si legge, si ascolta nelle infinite trasmissioni televisive, a volte pilotate da certe parti social-politiche, portando ad una disarmante destabilizzazione di informazioni.

Credo che tutti noi abbiamo ben presente quelle terribili immagini televisive di quelle colonne di camion militari che nottetempo trasportano decine e decine di salme fuori provincia per essere cremati altrove -anche nella vicina Serravalle Scrivia (Al); lo strazio dei parenti e famigliari che non hanno neppure potuto stare accanto alla persona amata per l’ultimo saluto!; parimenti a Piacenza i forni crematori sono in tilt e più di un centinaio di bare sono state accatastate nella “sala del congedo”.

Nel 2019 si sono avuti quasi 8000 decessi dovuti ad infezioni puramente influenzali, ma non è stata data notizia alcuna, senza rilevanza né giornalistica né televisiva!…Vuoi vedere che abbiano ragione i nostri Dottori Rainò, Stefano Montanari.

Non ultimo dall’Inghilterra tale Bruce Lipton tra i più importanti biologi mondiali e grande esperto e divulgatore dell’epigenetica…

Si dice che in 10 anni la Sanità italiana ha avuto tagli di investimenti per oltre 32 milioni di euro, e gli ospedali addirittura tagli di ca. 40.000 posti letto in meno, più di 8.000 medici andati in quiescenza e non sostituiti…. ((e quì voglio citare la mia Ovada (Al) il cui ospedale è stato ridotto al minimo -ora è un “grande” pronto soccorso!!!- chiudendo completamente il terzo piano di medicina generale con oltre 30 posti letto, riconoscendo, però, come molto, molto specializzato nella Fisioterapia e Oncologia.))

E che dire della dottoressa Gismondo quando si legge “” la diffida? Amareggiata e disorientata””. Queste sono le parole della dottoressa Maria Rita Gismondo, dell’Ospedale Sacco di Milano, diffidata dall’Associazione “Patto trasversale per la scienza per affermazioni pericolose sul Coronavirus! L’ennesimo parere in totale disaccordo tra Medici, Virologi, Professori, Protezione Civile e giornalisti a vario titolo, che crea sbigottimento nel popolo!!

A ben riflettere tutto ciò non mi “quadra”, e mi chiedo perché; credo però che tutta ‘questa storia’ sia ‘pensata’ per distruggere la nostra economia, il nostro Paese…..il più bello al mondo!!

Bisogna riconoscere che qualche effetto positivo, come si legge sulla carta stampata, abbiamo avuto positivamente, e cioè la quasi totalità di CO2 eliminata, e quindi città maggiormente vivibili quanto tutto sarà finito.

Non sono d’accordo sull’esibizionismo di canti e balli dai balconi, anzi, proporrei -se ne avessi facoltà- tre giorni di lutto Nazionale in memoria di tutte le vittime di Covid-19.

Senza dubbio ci ricorderemo di questo infausto periodo 2020.

Tra qualche tempo gli studenti di ogni ordine e grado leggeranno nei libri di scuola di questa terribile situazione, ma non so cosa verrà scritto……

Ma io so cosa io ricorderò:

Ricorderò che gli italiani sono stati definiti untori, da paesi come la Germania da cui proviene il paziente zero e del quale ha ben taciuto l’esistenza. Ricorderò i francesi che ci hanno deriso, poco prima di ‘capire’ lo stesso virus.

Degli americani che ci vogliono dar lezioni, mentre devastano gli altri paesi e lasciano morire i loro connazionali che non hanno l’assicurazione per curarsi.

Ricorderò anche gli italiani che scappano impauriti, quelli che non rispettano le direttive e quelli irresponsabili.

Ma soprattutto ricorderò quelli che non si sono potuti fermare un attimo neanche volendo. Medici, Infermieri, Oss, Forze dell’ordine, Vigili del fuoco, Farmacisti e Parafarmacisti.

Mi ricorderò dei commercianti e dei professionisti che invece hanno deciso di chiudere solo per coscienza civica, rischiando di non sopravvivere economicamente.

Gli insegnanti di tutti i livelli, gli educatori e i genitori che cercano di orientare e orientarsi in questo caos.

Della generosità di chi ha donato in favore degli ospedali.

Mi ricorderò di un paese come la Cina, che in molti abbiamo sottovalutato, darci un esempio incredibile di efficienza e disciplina e una prova di solidarietà e generosità veramente grande, che in pochi si sarebbero aspettati.

Chissà se i libri di scuola racconteranno della vigliaccheria dell’Europa, dei tagli che abbiamo fatto alle colonne portanti del nostro paese, per ingrassare le casse di quei paesi che ci hanno letteralmente preso a calci nel sedere.

Quando tutto sarà passato, perché passerà, ricordiamocelo tutti quanti che ci siamo rialzati, nonostante gli sgambetti.

Rialziamo la testa e tendiamo la mano solo a chi ce l’ha tesa.

Agli altri che resti solo uno stivale da guardare e lucidare e che sia tricolore naturalmente!!!!  

 

Paolo Bertero

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *