5 0
Read Time:2 Minute, 9 Second

Buongiorno Progetto Mondo Migliore.

E’ proprio di questo che si parla oggi in questo Blog di Mondo Migliore. Vi siete mai chiesti “come posso migliorare questa situazione” focalizzando l’attenzione su di un problema o una situazione da risolvere? Bene, neanche io lo faccio sempre perché a volte ci ritroviamo all’interno di una sorta di “zona di confort” nella quale troviamo una sorta di adattamento a doveri e/o regole. Ignoriamo l’enorme potere che Dio ci ha dato ad ognuno di noi; il potere di cambiare queste regole e doveri, semplicemente perché stanno fermando lo scorrere del flusso delle nostre vite, lo scorrere del nostro fiume della vita.

Io adoro definire la mia vita come lo scorrere di un fiume, chiudere gli occhi e visualizzare il mio fiume interiore osservandone ogni particolare. Come mi appare il fiume? Quanto è grande? C’è vita? Il mio fiume è abitato? C’è vegetazione, pesci, animali? Adoro fare questo gioco con me stesso perché mi permette di monitorare la mia qualità di vita. Certo voi direte cosa centra monitorare se stessi e la propria vita interiore con la zona di confort e quindi con l’incapacità/impossibilità di cambiare le cose? Perché in realtà per arrivare a cambiare, modificare, migliorare dobbiamo partire sempre da noi stessi, quindi se non ci conosciamo, se non realizziamo la capacità di migliorare noi stessi e la nostra vita come potremmo pretendere di cambiare il mondo.

Ecco oggi voglio proporvi questa meditazione su se stessi che poi chiusura non è a tutti gli effetti perché ricordatevi sempre che ogni fiume nasce dalla montagna ma poi sfocia in mare, un mare bellissimo, denso di vita, flora, fauna e gente che si diverte e gioca con l’Acqua simbolo di Vita e di Ricreazione del Sé interiore. Vi prego non commettiamo l’errore di diventare Aridi e Sterili, perché questo atteggiamento non apporta alcun contributo positivo e serve solo ad allontanare le persone da se stesse per chiudersi a riccio nei confronti della Vita. Beviamo tanta acqua! Il nostro corpo ha bisogno di acqua per rigenerarci. Lo stesso Mondo (quello che conosciamo) è stato generato dall’Acqua ed il nostro pianeta ne è ricco. E’ la nostra risorsa in abbondanza ed è inesauribile. Diventiamo il nostro fiume interiore, facciamolo scorrere impetuoso, il movimento stesso della nostra acqua purifica ed ossigena le molecole. Non la facciamo ristagnare perché poi puzza. Scorriamo veloci e carichi di acqua e sfociamo finalmente in questo mare immenso e sconfinato che è l’universo. Solo allora potremmo capire perché siamo venuti al mondo e soprattutto…con quale Scopo!

Buona giornata a tutti!

Paolo Di Blasio.

Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Sleepy
0 %
Angry
0 %
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
100%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

3 thoughts on “Il fiume della vita.

  1. Sono perfettamente d’accordo con Paolo Di Blasio!
    Siamo talmente abituati ed affezionati alla nostra “ZONA DI CONFORT” che dimentichiamo i “VALORI” fornitoci da Dio al momento della nostra nascita!
    L’uomo non è nato per soccombere, Dio non ci ha creati per soffrire, ma per essere dei vincitori, dei creatori positivi!!!
    E il nostro “IO” interiore ha a che fare con il cambiamento del mondo esterno, eccome!!!
    Difatti, se non cambiamo prima interiormente, Come Possiamo Cambiare L’Esterno Attorno A Noi?
    Se siamo schivi, negativi e pigri, lo riflettiamo, IMMANCABILMENTE all’esterno, ed allora ci dicono: “La tua vita grida così forte, che non riusciamo a sentire ciò che dici”!!!
    Quindi, stiamo lavorando su quei lati interni a noi stessi che impediscono alla “LUCE DEL MONDO MIGLIORE” di brillare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *