… Se c’era un uomo poi…. No, non può essere lei…..
E chi se lo dimentica il grande Lucio Battisti, con la sua chioma di riccioli neri e il suo carattere chiuso e schivo…..
Ero una giovane teenager quando cantava.. “Non è Francesca”…. Oggi, 40 anni dopo, queste parole mi fanno riflettere.
Nasciamo tutti, uomini e animali, buoni e innocenti, la nostra indole è questa…

Poi qualcuno, a seguito di svariate cause, familiari, sociali ecc, cambia, e permette che quella parte oscura che esiste in ciascuno di noi, il male, prenda il sopravvento nella sua vita.
Ma la maggior parte degli esseri viventi restano ancorati a quella parte buona e innocente che vince sul male, e conducono una esistenza tranquilla, in pace con gli altri, permeati di fiducia nel prossimo e certi della buona fede delle persone…
Risulta difficile a volte credere in qualcosa che destabilizza le nostre sicurezze, che mette a repentaglio la nostra tranquilla quotidianità, anche se l’evidenza ce l’abbiamo davanti agli occhi…
“Lei è sempre a casa che aspetta me…. Non è Francesca…”
Ricordo che quando per la prima volta ho sentito parlare delle ipotesi cosiddette “complottiste” riguardo alle vicende dell’11 Settembre, la mia mente e il mio cuore le rifiutavano a priori…..”Non è credibile – mi dicevo – che degli uomini, dei governi, abbiano architettato una tragedia immane come quella, solo per intrighi di potere ed interessi economici, qualunque fosse il loro ammontare… Cavoli…. Avrebbero ucciso tutta quella gente… Impossibile ”

Ma poi, – e qui si misura la maturità di un individuo, la voglia di capire meglio, di aprire gli occhi, informandosi a 360 gradi, per poter poi farsi un’idea propria, scevra da qualsiasi condizionamento – ho voluto superare questo “rifiuto a prescindere”, ho letto, studiato, ascoltato tutte le campane e mi sono fatta un’opinione personale…
Da quel giorno questo comportamento è diventato per me una regola… Mai seguire una verità senza approfondire, mai accontentarsi delle notizie senza prima vagliare approfonditamente anche chi quelle notizie le smentisce…
Senza pregiudizi, con la mente e il cuore aperti, ascoltando le sensazioni…. Lo devo a me stessa, alla mia intelligenza, al mio essere donna leale, sincera e pronta a combattere per la verità…

Certo.. È molto più comodo sostenere che… “Non è Francesca”… E illudersi in questo modo di mantenere integra la propria tranquillità ed il quieto vivere…
Ma.. Secondo voi Lucio quando cantava.. “Chi sta sbagliando, son certo, sei tu….” Era davvero così sereno… O aveva la voce rotta dal pianto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *